Investment Policy

L’art. 47 di EMIR individua i principi cardine a cui deve uniformarsi l’attività di investimento delle CCP. Il Capitolo VIII (Liquidity controls) dei "Technical Standards", definisce inoltre il contenuto ed i requisiti di costruzione del framework di monitoraggio del fabbisogno di liquidità a supporto di un efficace gestione degli investimenti. A tali principi e regole si attiene CCG nella propria politica di investimento.

L’obiettivo primario dell’attività d’investimento delle somme in contante depositate dai Partecipanti, a titolo di Margini, "Default Fund", nonché di quelle che costituiscono Mezzi Propri, è la protezione del capitale.

CC&G presenta una bassa propensione al rischio non effettuando investimenti in strumenti finanziari - e non stipulando accordi con controparti - con basso merito di credito con l’obiettivo di massimizzare il rendimento o conseguire un prezzo migliore a fronte di un trasferimento di rischio o di altri servizi. Tutte le norme implementate da CCG nella propria politica di investimento intendono quindi proteggere il capitale, minimizzando il rischio di perdite.

A tal fine:

  • i criteri previsti garantiscono che gli investimenti effettuati non richiedono aggiunta di capitale ai fini regolamentari;
  • l’operatività è svolta esclusivamente con controparti con elevato standing creditizio;
  • l’investimento di strumenti finanziari è svolto rispettando il principio della diversificazione delle scadenze temporali;
  • i limiti operativi e di concentrazione fissati consentono di ridurre il rischio correlato al mantenimento di posizioni – depositi e strumenti finanziari – nei confronti di controparti o emittenti;
  • i livelli di haircut previsti consentono di minimizzare il rischio di mercato degli strumenti finanziari detenuti;
  • è consentito l’utilizzo dei contratti derivati esclusivamente a copertura dei rischi di  cambio.

I controlli sui parametri di rischio (esempio VAR) assicurano il rispetto dei requisiti di capitale, consentendo a CC&G di poter operare su base continuativa, senza necessità di interventi di sostegno da parte dell’azionista.

Grazie anche al Liquidity Plan ed ai supporti informativi gli investimenti sono gestiti in modo da poter disporre quotidianamente ed in tempo utile della necessaria liquidità per far fronte alle obbligazioni di fondi nei confronti di CCP, partecipanti e sistemi di settlement, sia in condizioni ordinarie che di stress.

I principi fondamentali alla base dell’attività d’investimento effettuata da CC&G sono quindi:

  • Mantenimento di adeguati livelli di risorse liquide: effettuare gli investimenti in modo da poter disporre quotidianamente della liquidità necessaria a fronteggiare prontamente le necessità di fondi che dovessero emergere.
  • Protezione del Capitale: minimizzare il rischio di perdite derivanti dagli investimenti.
  • Diversificazione di portafoglio: prediligere un’asset allocation di portafoglio che consenta di frazionare il rischio complessivo degli investimenti, mediante adeguati livelli di diversificazione (per scadenza, per controparte, per paese).
  • Rispetto in via continuativa dei Requisiti Regolamentari di Capitale.

CC&G pone in essere un sistema di supervisione e gestione dei rischi degli investimenti, articolato sulla base di diversi livelli, nel quale viene assicurata la separazione tra funzioni di controllo e operative. Tali controlli sono finalizzati, tra l’altro, ad assicurare:

  • la corretta attuazione del processo di gestione dei rischi ed il rispetto dei limiti operativi assegnati alle varie funzioni;
  • la conformità dell’operatività aziendale alle norme, incluse quelle di autoregolamentazione.